Trekking

Rental House Angelina, per gli amanti del trekking e delle passeggiate nella natura, è situata a poca distanza dai più incantevoli sentieri della Costiera Amalfitana:

IL sentiero degli dei

Da Amalfi con i pullman Sita si raggiunge Agerola, rigoglioso paese sulla Costiera Amalfitana. Raggiunta la Piazza di Bomerano si prosegue verso il meraviglioso Sentiero degli Dei che giunge fino a Positano, immersi nella macchia mediterranea intervallata da campi terrazzati, antichi cenobi e ricoveri rustici che hanno reso questo sentiero famoso in tutto il mondo.

Il Castello di San Nicola de Thoro-Plano

Da Maiori un'incantevole passeggiata conduce alle rovine di una fortezza eretta per proteggere la popolazione dalle invasioni longobarde. La rocca era costituita da un'antica chiesa con campanile annesso di cui si può visitare la pianta e parte delle mura, dedicata a San Nicola de Thoro-Plano. La fortezza custodiva case, caserme e ricoveri che ospitavano le guarnigioni mentre le cisterne e i magazzini assicuravano un approvvigionamento di acqua e di cibo in caso d'invasioni esterne.

Il Santuario della Madonna dell'Avvocata

Da Maiori un entusiasmante sentiero che unisce la meraviglia della natura alla ricerca del divino mediante la lunga ascesa a piedi verso il Santuario Mariano. Il Santuario dell'Avvocata, eretto sul monte Falerzio a picco su una parete rocciosa può essere raggiunto tramite una lunga scalinata attraversando castagneti e boschi di leccio, carpini e aceri, castagneti, e pascoli nella macchia mediterranea.

La torre dello Ziro

Un'antica torre di avvistamento a picco sul mare. Questa facile e piacevole passeggiata conduce a uno dei luoghi simbolo della tormentata storia di Amalfi: le mura del Granducato di Amalfi con la Torre dello Ziro, una delle tante torri sparse lungo la Costiera Amalfitana usate per avvistare da lontano le flotte di saraceni che giungevano dal mare.

Il vallone delle ferriere

Alle spalle di Amalfi, un bosco di felci attraversato da ruscelli.... Il Vallone delle Ferriere è un percorso che dai Monti Lattari discende verso Amalfi attraversando boschi di felci e costeggiando ruscelli. Il nome deriva dalla presenza di ruderi di ferriere di origine medievale. La zona è anche conosciuta come Vallone dei Mulini per la presenza nella parte finale del percorso di mulini azionati ad acqua che servivano per la produzione della famosa carta di Amalfi.

Punta Campanella

Sull'estrema punta della Penisola Sorrentina, lì dove vivevano le Sirene Quando la catena dei Monti Lattari declina dolcemente verso il mare comincia il territorio di Punta Campanella, la congiunzione tra Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana, lingua di terra che si allunga sul Mediterraneo e che sembra voglia ricongiungersi con l'Isola di Capri.